Mal di Schiena: quali sport?



Non tutte le discipline sono infatti indicatissime per il mal di schiena, anzi, alcune sono piuttosto sconsigliate. L’ideale sarebbe scegliere degli sport che rilassino la muscolatura senza causare stress alla colonna vertebrale, evitando quelli più violenti che potrebbero esporvi a colpi e movimenti bruschi. Ad esempio, se siete delle amanti del nuoto o dello yoga, potete stare tranquille: si tratta di attività che distendono i muscoli e favoriscono il rilassamento, altra cosa invece sono il tennis, la corsa o la pallavolo. Ecco, meglio evitarli se il mal di schiena vi fa spesso visita.

Via libera a yoga, nuoto, aquagym, tai chi e pilates: sono tutti un toccasana per la vostra schiena!

Vincitore indiscusso lo Yoga: distende la colonna vertebrale, allontana lo stress e favorisce l’afflusso del sangue ai muscoli. Bene anche per i “cugini” di questa disciplina, pilates e tai chi, che concorrono a un rilassamento muscolare indirizzato soprattutto nella zona lombare.

Altra disciplina principe il nuoto, con annessi e connessi. In acqua infatti, il carico sulla colonna si riduce notevolmente, e i movimenti sono più leggeri e delicati; perfetto il nuoto sul dorso che non affatica la schiena, bandito invece lo stile libero per chi ha una accentuazione della curva dorsale. Bene anche acquagym, che potenzia la muscolatura senza però sottoporre la schiena a sforzi eccessivi.

Anche la camminata, con le giuste scarpe e su terreni pianeggianti e non dissestati, rappresenta un ottimo modo per prevenire il mal di schiena e rafforzare la muscolatura, senza danneggiare la zona lombare. Bene anche gli esercizi in palestra, a patto che siano messi a punto da un allenatore che sappia indicarvi accuratamente come eseguirli.

Scordatevi le discipline che sottopongono la colonna a scatti, movimenti bruschi e torsioni improvvise: non sono decisamente l’ideale per chi è sensibile nella zona lombare. Tradotto in poche parole: banditi il tennis, la bicicletta da corsa, il jogging e tutte le discipline più impegnative che potrebbero causare dei microtraumi alla schiena, tra cui squash, sci da discesa, basket e pallavolo. Non preoccupatevi però, se il vostro mal di schiena è un disturbo momentaneo e non cronico, si tratterà solo di un stop temporaneo, non dovete perciò dire addio al vostro sport del cuore, solo prendervi una pausa.

Discorso particolare per la scherma: un aiuto per chi ha problemi posturali, è controindicata in caso di ernia del disco o di infiammazione dei fasci nervosi. Meglio evitarla anche se si soffre abitualmente di cervicale.
In ogni caso, se il vostro rapporto con lo sport è del tutto ostacolato da dolori articolari o muscolari che si ostinano a non passare, sarebbe meglio cercare di risolvere prima il problema: un metodo efficace può essere la termoterapia, che sfrutta l’utilizzo del calore a scopo terapeutico e fornisce sollievo dal dolore senza medicinali.