Ultime Notizie
Home / Politica / Elezioni provinciali Marino: Ritroviamo l’orgoglio di appartenere a questa terra. Scuola, strade e turismo le priorità. 

Elezioni provinciali Marino: Ritroviamo l’orgoglio di appartenere a questa terra. Scuola, strade e turismo le priorità. 

“La provincia che immagino è una provincia che ritrovi un forte orgoglio, un grande senso di appartenenza che le consenta di schiodarsi dagli ultimi posti in cui staziona in ogni classifica che riguarda la qualità della vita. Per fare ciò occorre ritrovare quel link con la comunità, la fierezza di un legame con una terra meravigliosa quale la nostra, ricca di difficoltà ma anche di risorse e di opportunità.

Una delle mie assolute priorità sarà rimettere in sesto il comparto dell’educazione e dell’istruzione, con particolare riferimento alla complessa situazione del sistema di edilizia scolastica. Vogliamo scuole sicure per i nostri figli su tutto il territorio provinciale. Mai dovremo permettere che gli istituti scolastici siano costretti a chiudere per problemi di sicurezza e di carattere strutturale. Il diritto allo studio è un caposaldo di ogni comunità che voglia dirsi civile e non possiamo permettere che venga negato.

Immagino una provincia che sia capace di sfruttare al meglio limmenso potenziale turistico di cui dispone, grazie ad una eccezionale varietà sotto il profilo della morfologia territoriale e del suo patrimonio artistico-culturale. Penso al valore ancora non completamente espresso da parte del Litorale Domitio, un unicum a livello nazionale, con 43 km di costa ininterrotta di rara e unica bellezza. Un sistema turistico ancora non utilizzato nella maniera migliore, da potenziare anche grazie ad opere di riqualificazione già da qualche tempo in atto, grazie al lavoro della Regione Campania. Oltre al Litorale penso ai monti del Matese, alle eccellenze enogastronomiche delle colline della zona caiatina o della Valle di Suessola. Il tutto da mettere in rete con i 35 musei presenti su tutto il territorio provinciale, meno noti dei nostri straordinari beni Unesco quali la Reggia, il Belvedere di San Leucio e lAcquedotto Carolino.

Una provincia che recuperi le sue eccellenti capacità produttive, che riagganci il treno della ripresa economica, estendendo il buon esempio fornito da alcune eccellenze imprenditoriali che sono state capaci non solo di resistere alla crisi, ma addirittura di ampliare le loro capacità di produzione e di espandersi. Penso alle tante aree industriali che esistono sul nostro territorio e alla necessità di supportare in maniera concreta chi decide di investire in Terra di Lavoro. In tal senso un ruolo di primordine lo svolgono le infrastrutture, il cui potenziamento appare non più rinviabile.

Un pensiero va rivolto, poi, alla cura dell’ambiente, con la necessità di bonificare un territorio in cui per troppi anni sono stati compiuti degli scempi che tanto hanno danneggiato la reputazione e l’economia della nostra provincia, e alla sicurezza degli assi viari del territorio, che spesso versano in condizioni di difficoltà. Abbiamo anche alcune emergenze (nell’Alto Casertano cè la questione di Ponte Margherita, in molte zone dell’Agro Aversano la condizione delle strade provinciali è a dir poco deficitaria) e siamo pronti ad affrontarle con determinazione. 

Sono consapevole delle difficoltà che sta vivendo l’Ente Provincia, con le relative sofferenze del personale dipendente, che va coinvolto e rimotivato. Solo così, con laiuto dellintera comunità e con una guida stabile ed esperta, possiamo ambire a rilanciare un territorio meraviglioso, che ha solo bisogno di essere amato e ben governato”.


Ti potrebbe interessare anche

​“Tuscany Open Taekwondo”: Caputo convincente ad Arezzo, conseguita altra medaglia.

AREZZO. E’ un avvio di stagione agonistica coi fiocchi quello di Giuseppe Caputo.  Il teverolese, …