Ultime Notizie
Home / Politica / Casapulla. Il Consiglio riconosce i debiti fuori bilancio e assesta l’esercizio 2017

Casapulla. Il Consiglio riconosce i debiti fuori bilancio e assesta l’esercizio 2017

Con qualche giorno di ritardo anche il Comune di Casapulla ottempera gli obblighi di legge assestando l’esercizio finanziario 2017 con la scadenza del 31 luglio e nel contempo approva i debiti fuori bilancio e aderendo alla Convenzione coi Comuni di San Tammaro, Curti e Sparanise sulla Centrale Unica di Committenza.

Una seduta pacata, senza particolari scontri verbali. Del resto l’assenza in aula del Consigliere Luigi Bosco – unitamente al suo compagno di schieramento Francesco Sorbo – non favoriva la consueta dialettica, anche vibrante, degli ultimi tempi. Ed a proposito di recenti polemiche circa le modalità di visione degli atti, ad inizio seduta il vicepresidente del consiglio ha letto una nota del luogotenente Angelo Piantieri, comandante dei Vigili Urbani, che asseriva che non si era svolto alcun colloquio telefonico col consigliere Bosco per visionare gli atti presso il locale comando, smentendo quanto dichiarato dall’esponente di Campania Libera in occasione dell’ultima riunione del civico consesso.

Dopo l’approvazione dei verbali della precedente seduta, all’annuncio del presidente facente funzione Michele Sorbo della imminente trattazione del riconoscimento dei debiti fuori bilancio, Nicola Belluomo (Uniti), Antonio Santoro (Cittadini Attivi) e Santa Santillo (Movimento 5 Stelle) abbandonavano l’aula per rientrare a votazione effettuata che registrava i sei voti della maggioranza a favore ed un voto contrario, quello di Maria Laura Buro di Campania Libera. L’assestamenti di bilancio era illustrato dal sindaco Sarogni che tra l’altro detiene la delega al settore. Con un articolato intervento la consigliera grillina Santillo annunciava il suo voto contrario, aggiungendosi a quello di Buro mentre si astenevano Santoro e Belluomo. Quest’ultimo – premesso che all’approvazione degli stessi al 31 dicembre 2016 si constatava che quelli erano gli ultimi annunciati – si chiedeva come mai fossero spuntati questi altri e chiedeva al sindaco di prendere gli opportuni provvedimenti verso chi, ad ogni nuova occasione ne tira fuori di nuovo.

L’ultimo punto, relazionato dall’assessore Di Marcello, passava col voto contrario dei consiglieri Sorbo e Santoro e con l’astensione dei rimanenti membri della minoranza, ovviamente compreso quello di Buro.

Lo scioglimento della seduta comporta l’interruzione delle attività istituzionali di Piazza Municipio con l’arrivederci a settembre. Lucifero per quel periodo sarà solo un lontano ricorso, ma c’è da giurare che anche in quel periodo farà ancora caldo.

Salvatore Orlando


Ti potrebbe interessare anche

Calcio Giovanile. Partito il ‘Trofeo Shalom’, l’Under 17 della Casertana ai blocchi

Anche le rappresentative del Settore Giovanili della Casertana cominciano ad affilare le armi. In previsione …