Caserta, Piazza Ruggiero: grande attesa per la finale del Campionato Regionale di poesia performativa

Sputa il rospo Poetry Slam – Finale Campionato Regionale

Si disputerà sabato 19 settembre alle ore 21.30, in piazza Ruggiero, nel pieno centro storico di Caserta, la finale del Campionato Regionale Campano LIPS di poesia performativa organizzato da Caspar Campania Slam Poetry in collaborazione con la rete Combo – Comitato Biblioteca Organizzata.

Saranno chiamati a sfidarsi sul palco i dieci poeti che si sono conquistati il titolo di finalisti gareggiando nelle varie città campane e che avranno, come di consueto, tre minuti di tempo a testa per recitare i propri versi e impressionare con le loro doti di scrittura e attitudini interpretative il pubblico, che farà da giuria popolare durante la gara.

A esibirsi saranno:

Dop Amina
Max Di Mario
Valeria Marchese
Anna Mazzoni
Isabella Mingo
Fabio Napodano
Giuseppe Rosella
Michela Savoia
Davide Volpe
Vittorio Zollo

La serata sarà introdotta dal sacrifice del poeta casertano Antonio Di Lorenzo.
A condurre la gara nel ruolo di MC, Maria Pia Dell’Omo, Andrea Doro, Stella Iasiello e Alfredo Martinelli.

Saluti istituzionali dell’assessora Lucia Monaco

Il primo classificato avrà accesso al Campionato Nazionale LIPS (Lega Italiana Poetry Slam), per cui Caspar coordina il Campionato Regionale.

L’iniziativa fa parte del cartellone “Biblioteca Bene Comune”, iniziativa che raggruppa più associazioni del territorio per riassegnare alla Biblioteca Comunale sita in via Laviano un ruolo fondamentale nella diffusione e promozione culturale in città.

Prenotazione obbligatoria per il pubblico.
Posti prenotabili gratuitamente tramite Combo all’indirizzo

combo.caserta@gmail.com

L’evento sarà realizzato secondo le normative sanitarie vigenti per la prevenzione del Covid-19.

La piazza non presenta barriere architettoniche.

La Caspar – Campania Slam Poetry si riserva di poter effettuare foto, video e dirette streaming da poter pubblicare sulla propria pagina a scopo pubblicitario e divulgativo.

REGOLAMENTO

I Partecipanti:
– Ogni poeta deve presentare testi scritti di proprio pugno;
– I poeti devono partecipare con almeno tre testi e disporne di altri in caso di eventuale spareggio;
– Non è ammesso l’impiego di basi musicali preregistrate, strumenti musicali, costumi o oggetti di scena;
– I testi possono trattare qualsiasi soggetto e comporsi in qualsiasi stile;
– Ogni testo può essere performato una sola volta durante lo Slam.
La Giuria:
– La giuria di gara, rigorosamente popolare e costituita da 5 persone, verrà scelta casualmente all’interno del pubblico presente;
– È incompatibile con lo spirito dello Slam qualsiasi giuria “tecnica” di addetti ai lavori;
– È incompatibile con lo spirito dello Slam qualsiasi giuria composta da familiari o amici dei poeti in gara;
– La giuria è tenuta a considerare e condensare nel suo voto sia la qualità del testo che gli aspetti performativi di messa in voce del testo;
– Il voto della giuria è insindacabile;
– Alla fine di ogni singola performance, i giurati potranno esprimere il proprio voto da un minimo di 1 ad un massimo di 10 punti (si possono usare i decimali)
– I componenti della giuria cambieranno per ogni round, per garantire l’eterogeneità e l’imparzialità dei giudizi.
Il Pubblico:
– Durante la dizione del testo, a meno che non sia richiesta una partecipazione attiva da parte del poeta in gara, il pubblico non può essere volontariamente fonte di disturbo;
– Spetterà al pubblico influenzare i giudici di gara e il punteggio da loro espresso.
Punteggio:
– I punteggi a disposizione della giuria popolare sono: da 1 a 10 (si possono usare decimali);
– Dei cinque voti espressi dalla giuria, il più alto e il più basso verranno eliminati mentre i tre rimanenti verranno sommati e costituiranno il punteggio attribuito al componimento.
Gestione della Gara e Spareggi:
La gara vedrà tutti i poeti declamare in due turni a sorteggio i propri componimenti. Per stilare la classifica, si sommeranno i punteggi dei due turni. I primi cinque di questa classifica passeranno alla terza manche e si esibiranno ulteriormente per un altro turno. I voti della terza manche verranno sommati ai precedenti e formeranno la classifica finale.
Il poeta col miglior punteggio totale vincerà la gara.
Nell’eventualità si verifichino uno o più spareggi i concorrenti devono avere testi di riserva. Il voto che decreta il vincitore dello spareggio verrà assegnato dalla giuria. Nel turno di spareggio i voti presi in considerazione saranno tutti e 5: al netto dei precedenti punteggi (questi voti non andranno sommati ai precedenti!) si qualificherà il poeta che avrà preso il voto più alto.
Limiti di tempo:
– Ogni poeta potrà declamare per ogni turno per una durata non superiore ai 3 minuti in cui il concorrente potrà performare uno o più testi;
– Allo scadere dei 3 minuti saranno concessi 10 secondi di tolleranza;
– Allo scadere dei 10 secondi di tolleranza, scatterà una penalità di 0,5 punti ogni 10 secondi in più sulla durata totale (esempi: entro 3:10 => no penalità; 3:12 => 0,5 punti di penalità; 3:46 => 1,5 punti di penalità);
– Il tempo dei 3 minuti sarà calcolato dal momento in cui il poeta comunicherà l’intenzione al notaio citando la parola “SLAM”;
– Al poeta sono disponibili al massimo 30 secondi per l’introduzione alla poesia, scaduti i quali, il notaio inizierà a conteggiare i 3 minuti concessi per la performance reale;
– Dopo quattro minuti dall’inizio della declamazione l’EmCee, se lo ritiene opportuno, può interrompere il poeta anche se non ha ultimato il testo.
EmCee:
L’ EmCee (maestro di cerimonia) guida il contest nelle varie fasi, spiega il regolamento e comunica al pubblico i voti della giuria solo quando tutti i giurati hanno votato e alzato le lavagnette o i fogli di voto a loro disposizione.