Nei guai guardia giurata, aveva allestito una vera e propria centrale per la contraffazione.

La Polizia di Stato ha tratto in arresto I.V., ventottenne napoletano impiegato come “guardia giurata”, residente a Castel Volturno, perché responsabile di detenzione di documenti falsi validi per l’espatrio nonché di banconote contraffatte. Nella medesima circostanza, lo stesso è stato deferito all’A.G. per ricettazione e detenzione abusiva di armi.
L’attività di p.g., realizzata dalla Squadra Mobile di Caserta con la collaborazione del Commissariato di P.S. di Castel Volturno e del Reparto Prevenzione Crimine Campania, ha visto la sua genesi in una perquisizione domiciliare per la ricerca di armi, effettuata all’indirizzo dell’abitazione dell’arrestato.

Durante le ricerche, oltre a tre armi regolarmente detenute, sono state rinvenute una sciabola e un macete, non denunciate, e riproduzioni di armi storiche e ad aria compressa, attualmente oggetto di accertamenti.
La perquisizione, inoltre, ha permesso di accertare che I.V. aveva allestito presso la sua abitazione una vera e propria centrale per la contraffazione. Infatti, veniva rinvenuto materiale informatico, meccanico ed elettronico, tra cui una stampante 3D, una fresatrice, una punzonatrice, un tagliacarte professionale e computer, utili alla contraffazione di targhe per autovetture, documenti di ogni tipo, carte di credito e altro. Peraltro, venivano rinvenute tre carte d’identità, valide per l’espatrio, e tre banconote di 20 euro che, per quanto di ottima fattura, erano da ritenersi contraffatte, nonché una gran quantità di documenti “in bianco”, carte di circolazione, circa 100 tessere con banda magnetica e microchip “nuove”, oltre 30 targhette riportanti telai di autovetture, circa 1000 ologrammi di forma circolare, timbri di funzionari amministrativi di vari comuni, anche esteri, e altro. Gran parte del materiale appena citato è risultato provento di furti commessi su tutto il territorio nazionale.
Ancora, I.V. aveva la disponibilità di tre autovetture, una delle quali provento di appropriazione indebita, nonché una PORSCHE “Macan” priva di targhe e una RANGER OVER Evoque, entrambe oggetto di approfondimenti investigativi.
Tutto il materiale sopra elencato è stato sottoposto a sequestro mentre le armi regolarmente detenute sono state ritirate cautelativamente per i seguiti amministrativi di competenza.
Per i fatti sopra esposti, I.V. è stato dichiarato in arresto e, come disposto dal Pubblico Ministero di Turno, associato alla Casa Circondariale di S. Maria C.V., per ivi rimanere a disposizione dell’A.G.

3 Commenti

  1. Hey there! I just wanted to ask if you ever have any issues with hackers? My last blog (wordpress) was hacked and I ended up losing a few months of hard work due to no backup. Do you have any methods to stop hackers?

  2. I like the valuable information you provide in your articles. I’ll bookmark your weblog and check again here regularly. I am quite certain I will learn a lot of new stuff right here! Good luck for the next!

  3. Great – I should definitely pronounce, impressed with your site. I had no trouble navigating through all tabs as well as related info ended up being truly simple to do to access. I recently found what I hoped for before you know it in the least. Quite unusual. Is likely to appreciate it for those who add forums or something, site theme . a tones way for your client to communicate. Nice task.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here