La straordinaria invenzione di Hugo Cabret, il libro che celebra Geoges Méliès

La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick celebra il famosissimo Geoges Méliès, regista, attore e illusionista francese, conosciuto come uno dei padri del cinema, per l’introduzione e la sperimentazione di numerose novità narrative e tecniche cinematografiche come, ad esempio, il montaggio. È proprio a Geoges Méliès che oggi Google ha deciso di rendere omaggio celebrando l’uscita al cinema di À la conquête du pôle, ben 106 anni fa, con un doodle.

 

La luna, le luci di una città, una stazione affollata, due occhi spaventati. Le immagini a carboncino scorrono come in un cinema di carta fino a inquadrare il volto di Hugo Cabret, l’orfano che vive nella stazione di Parigi. Nel suo nascondiglio segreto, Hugo coltiva il sogno di diventare un grande illusionista e di portare a termine una missione: riparare l’automa prodigioso che il padre gli ha lasciato prima di morire. Ma, sorpreso a rubare nella bottega di un giocattolaio, Hugo si imbatterà in Isabelle, una ragazza che lo aiuterà a risolvere un affascinante mistero in cui identità segrete verranno svelate e un grande, dimenticato maestro del cinema tornerà in vita. Tra romanzo, cinema e graphic novel, un libro in cui le parole illustrano le immagini.

Un libro adatto ai più piccolo, ma non solo, che ha ispirato, inoltre, un celebre film del 2011 diretto da Martin Scorsese.

LASCIA UN COMMENTO