Estate spaziale al Planetario di Caserta

CASERTA – Nonostante il caldo che soffoca la città, non mancano le attrattive come gli spettacoli della sessione Sere d’estate al Planetario di Caserta sito in piazza Ungaretti.

L’evento – organizzato dal prof. Pietro Di Lorenzo, responsabile del servizio educativo e dal prof. Luigi A. Smaldone, direttore scientifico e didattico – si svolgerà nell’ambito di tre serate con narrazioni sempre dal vivo.

Ogni giovedì dalle ore 21, lo staff educativo accompagnerà gli spettatori all’interno della cupola celeste, dove cinque proiettori digitali verranno utilizzati per produrre in modo realistico e sofisticato i corpi celesti.

Il programma illustrato sul sito (www.planetariodicaserta.it ) del primo planetario digitale dell’Italia meridionale, propone spettacoli adatti a tutti, ma non mancheranno serate interamente dedicate ai più piccoli.

Il tema presentato per lo scorso giovedì 17 agosto ha voluto come protagonista la Terra e i suoi moti. L’interessante cammino nello spazio è iniziato nella cupola di un osservatorio astronomico al fine di mostrare i fenomeni che provengono dai moti di rotazione e di rivoluzione della Terra.

Sotto le note invisibili di Time, il pubblico ha appreso cosa è il Tempo, come lo si misura e come scorre, imparando a distinguere la durata del giorno solare da quella del giorno siderale. Lo spettatore ha provato a ridisegnare con gli occhi le costellazioni, cercando di contraddistinguerle attraverso le dimensioni e la luminosità; a individuare le stagioni e l’intervallo di tempo che intercorre tra un equinozio e un solstizio; a perdersi tra le meraviglie dell’universo e le raffigurazioni delle opere del pittore tedesco Jakob Philipp Hackert- utilizzati per spiegare la suddivisione astronomica delle stagioni – come il dipinto Mietitura a San Leucio, che si trova esposto all’interno della Reggia di Caserta.

Al termine della serata è stata data la possibilità di assistere nuovamente allo spettacolo delle Perseidi, lo sciame di stelle cadenti occorso la notte dello scorso 12 agosto e visibile fino al 24 agosto guardando il cielo verso Est-nord-est, dopo la mezzanotte.

L’affascinante viaggio intergalattico è una ventata fresca di ossigeno e idrogeno che si prolungherà con i prossimi appuntamenti. Ogni giovedì del mese di agosto, alle ore 21 il Planetario di Caserta aprirà le porte a tutti i curiosi che desidereranno immergersi in stellari avventure .

LASCIA UN COMMENTO