Caserta, Countdown alla Notte prima degli esami: il party dedicato a tutti i maturandi.

La maturità, si sa, crea una certa ansia e l’agitazione è lo stato d’animo che prevale nei maturandi e che, probabilmente, farà loro trascorrere insonne la notte prima dell’inizio degli esami.
Tuttavia, chi ci è già passato ricorda bene e con molto piacere il periodo della maturità, anche se col senno di poi è tutto più facile.
Diverso è per i maturandi dell’anno accademico in corso, alle prese con l’Esame di Stato.
Manca poco e i numerosi studenti proveranno la tanto sofferta, ma anche sognata, “notte prima degli esami”.
Da tredici anni, ovvero da quando nelle sale cinematografiche è uscita la pellicola di Fausto Brizzi, è considerata una tradizione, anzi un rito che gli studenti si tramandano di anno in anno. Non aspettano altro che farsi trascinare dalle sensazioni che porta con sé questa notte “magica”.
Solitamente, gli studenti trascorrono la loro “notte prima degli esami” organizzando la serata insieme ai compagni di classe, cercando di non pensare al mattino seguente.
Altri, colti dall’ansia, sono intenti nel ripasso dell’ultimo minuto.
C’è chi si commuoverà vedendo il famigerato film del regista italiano e chi per distrarsi andrà in giro a smorzare la tensione con una passeggiata.
E ancora chi non potrà fare a meno di passarla ascoltando la colonna sonora che da anni caratterizza la “notte prima degli esami” di Antonello Venditti.
Alcuni “maturandi” dell’Istituto Giordani, come quelli del Diaz o del Manzoni e anche del Giannone, trascorreranno la loro “notte prima degli esami” nel cuore di Caserta in Via S.Carlo (San Carlo street), mangiando una pizza o un panino in compagnia.
Quattro chiacchiere, una buona musica, Karaoke e grosse risate, questi gli ingredienti “smorza ansia” in vista del grande giorno del 19 GIUGNO.
La dirigente scolastica dell’Istututo Giordani, Prof.ssa Antonella Serpico ha commentato: Una iniziativa interessante quella promossa da Ciro Guerriero. Coinvolgere gli studenti in una serata casertana all’insegna del sano divertimento. Un invito a non bere alcolici e a rimanere lucidi per godersi gli ospiti a sorpresa, la bella musica suonata dalle band casertane e le poesie recitate ma anche momenti di riflessione sull’importanza del benessere per rendere al massimo il giorno degli esami.
“Essere giovani talvolta è sinonimo di incertezza , paura, di non essere compresi dagli adulti e la scuola quella superiore accoglie e stempera queste fragilità in un caldo manto di risate, spensieratezza e complicità con i compagni di classe, afferma la Pedagogista dott.ssa Anna De Luca. Il futuro sembra lontano, molto lontano …quello con responsabilità”. E poi ad un tratto ti accorgi che è lì fuori e ti aspetta. Ha un nome e una data : l’esame di maturità, poi tutto cambierà, nulla più sarà come prima e ripenserai con un pizzico di nostalgia a questi anni, sottolinea De Luca.
Stress, tensioni, ansia, stanchezza, sono in un continuo vortice sopra e accanto a te in questo giorno che precede la prima prova . E la notte prima degli esami ….bhè, meglio non parlarne …si è tesi come una corda di violino.
Che fare allora nella notte prima degli esami?
Ci sono varie opzioni che potresti scegliere a seconda del tuo temperamento ..
a) Guardare il film: Notte prima degli esami, per allentare la tensione;
b) Ripasso veloce, ma non oltre le ore 23, il tuo cervello ha bisogno di riposo;
c) Organizzare una serata insieme ai compagni di classe per combattere insieme l’ansia e non pensare all’esame, certo distrarsi e divertirsi in un momento così può solo fare bene magari senza esagerare.
A noi adulti, continua la dott.ssa De Luca, spetta il compito di sostenervi in queste ore e se per caso dovessi scegliere la terza opzione vi è una strada nel cuore di Caserta, via San Carlo, quella per intenderci della movida del sabato, che ti accoglierà per stemperare un pò dell’ansia. Non credere, però, che tutto ti sia concesso a sorseggiar’ o andar’ di canna per poi fare tardi … il gong di chiusura batterà alle ore 24. Già il gong per ricordarti che devi fare una bella dormita prima del gran giorno” , conclude De Luca.
Perché abbiamo organizzato questa festa per voi maturandi?
Ovvio siete parte di questa nostra comunità, e non potevamo fare a meno di non sostenervi in questo simbolo di transizione dell’età adulta. L’unica cosa che vi chiediamo è quella di non spegnere mai i vostri sogni. I vostri sogni sono la nostra realtà futura per una società migliore.
Cosa vi possiamo AUGURARE tutti noi …… ops non si danno gli auguri, ma vi lanciamo un ……IN BOCCA AL LUPO MATURANDI.

LASCIA UN COMMENTO